Cinema e geografia – Dalla Via Appia all’Europa

Il 9 aprile 2021, in occasione della “Notte europea della Geografia”, la sezione Lombardia dell’AIIG (Associazione Italiana Insegnanti di Geografia) organizza un webinar su cinema e geografia. Ospite principale dell’evento sarà il regista e autore Alessandro Scillitani, direttore artistico del Reggio Film Festival. Nelle sue opere il regista affronta spesso tematiche che richiamano il rapporto tra individui, ambiente e territorio alla ricerca di luoghi, personaggi, storie e valori da raccontare e salvaguardare. Dal 2011 Alessandro Scillitani ha realizzato numerosi film anche in collaborazione con lo scrittore e giornalista Paolo Rumiz. Con il regista dialogheranno Davide Papotti (Università degli Studi di Parma) e Giulio Rossini (Filmstudio 90).

Per prendere parte al webinar utilizzare questo link: clicca qui.


Giornata di studi dedicata all’educazione e alla ricerca sul mare

Le Nazioni Unite hanno dichiarato il 2021 – 2030 la “Decade of Ocean Science for Sustainable Development” (Decennio delle Scienze del Mare per lo Sviluppo Sostenibile). Questa iniziativa punta a mobilitare la comunità scientifica, i governi, il settore privato e la società civile intorno a un programma comune di ricerca e di innovazione tecnologica.

Venerdì 9 aprile 2021, in occasione dell’avvio della decade e in concomitanza con la Notte Europea della Geografia, i docenti dell’Università Bicocca di Milano impegnati nella ricerca su questi temi propongono una giornata di studio e di dialogo tra voci e discipline diverse.

Il programma dell’evento nel volantino allegato di seguito.


Confini, frontiere, limiti: corso di formazione per docenti

Quest’anno, grazie alla collaborazione con Il Libro del Mondo – Festival delle Geografie, la sezione lombarda dell’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia proporrà durante le giornate del 18 e 19 settembre a Villasanta (MB) un corso di 15 ore valido per la formazione dei docenti delle scuole di ogni ordine e grado e riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione, sul tema: “Confini, frontiere e limiti”.

Una parte del corso sarà laboratoriale e dedicata esclusivamente agli iscritti con l’attenzione rivolta alla didattica della geografia. Una parte generale sarà invece legata agli interventi del Festival, con uno sguardo multidisciplinare sui concetti di confine, frontiera e limite.

La parte dedicata ai soli docenti vedrà come formatore Giovanni Donadelli dell’Università degli Studi di Padova, ricercatore molto attivo nell’ambito della didattica della geografia. Il suo intervento avrà carattere laboratoriale e proporrà agli insegnanti modalità attive e divergenti di insegnamento sperimentate all’interno del nuovo Museo di Geografia da poco inaugurato a Padova e di cui Donadelli è responsabile scientifico.
La parte del corso interdisciplinare e legata agli interventi del Festival delle Geografie vedrà invece succedersi sul palco relatori del mondo accademico, della ricerca e del giornalismo di rilievo nazionale, tra cui il vice presidente AIIG, Dino GavinelliThomas Gilardi dell’Università degli studi di Milano, reporter come Christian Elia e Fulvio Scaglione.

Il Festival delle Geografie è un evento nato nel 2019 dalla volontà dell’Associazione Casa dei Popoli e dell’Amministrazione del Comune di Villasanta in collaborazione con la sezione lombarda dell’AIIG per dare spazio, scrivono gli organizzatori: “al contributo della geografia, al punto di vista di una disciplina preziosa, quotidianamente in trincea per provare a rispondere alle domande fondamentali circa il nostro presente e il nostro futuro”. Qui il programma completo del Festival.

Le iscrizioni al corso di formazione sono già attive sulla piattaforma  sofia.istruzione.it  (ricercare il corso tramite l’ID 47373); per le iscrizioni di docenti non di ruolo o studenti universitari interessati ai temi trattati, come per ogni ulteriore richiesta o informazione, è possibile scrivere a: formazione@festivalgeografie.it

Il corso si terrà presso gli spazi di Villa Camperio, via Confalonieri 55, Villasanta (MB) nella cornice del Festival delle Geografie, secondo il seguente programma:

Clicca sull’immagine per ingrandire